//
you're reading...
news

Sun Party all’ITIS Majorana di Grottaminarda

Eclissi parziale di Sole

Eclissi parziale di Sole

Il prossimo 20 marzo 2015, giorno dell’equinozio di primavera,  si verificherà una eclisse parziale di Sole osservabile dall‘Italia.

L’UAI (Unione Astrofili Italiani) ha invitato le associazioni astrofili ad aderire all’iniziativa nazionale “SUN PARTY” – Osserviamo insieme l’eclissi parziale di Sole!

L’Associazione Astrofili G.D. Cassini, con la collaborazione dell’Istituto Superiore Grottaminarda, ha organizzato una osservazione partecipata con gli studenti presso la sede dell’ITIS Majorana sita in Via Perazzo.

L’eclissi è un evento astronomico che avviene quando un corpo celeste si interpone tra una sorgente di luce e un altro corpo: in altre parole, il secondo corpo entra nel cono d’ombra del primo (eclissi di sole, di luna, dei satelliti di giove, di venere, di mercurio).

La parola “eclissi” deriva dal greco e significa “rendersi invisibile”.

In particolare un’eclissi di Sole avviene quando la Luna si frappone tra l’astro e la Terra, proiettando al sua ombra sul nostro pianeta. In base alla dimensione apparente del disco lunare al momento del passaggio, l’eclissi può essere parziale o totale.

Un’eclissi che interessi Sole-Terra-Luna può avvenire solo quando i tre corpi sono perfettamente allineati.

L’eclissi del 20 marzo 2015 appartiene alla famiglia Saros, un ciclo che venne identificato dagli antichi astronomi Babilonesi, con una durata pari a 6585 giorni, corrispondenti a 18 anni e 10/11 giorni (dipende dal numero di anni bisestili ricadenti in tale periodo).

L’eclissi si verificherà di mattina, con un orario di inizio diverso a seconda della località da cui la si osserverà.

Per la località di Grottaminarda il fenomeno avrà inizio alle 9:26, sarà massimo alle 10:34 e terminerà alle 11:45; la magnitudine di eclissi, ovvero la frazione di diametro solare coperto dalla Luna, sarà pari a 0,581 e l’oscuramento, ovvero la percentuale totale di superficie solare coperta dalla Luna, sarà pari al 48,96%.

Per i dati relativi ad altre località si può consultare questa mappa interattiva realizzata dalla Nasa.

In alcune zone della terra, quali l’Atlantico settentrionale, le Isole Faeroer e le Isole Svalbard, l’eclissi sarà totale.

Si ricorda che particolare attenzione deve essere prestata alla modalità di osservazione del fenomeno: guardare il Sole ad occhio nudo può provocare danni permanenti alla vista. Da evitare l’uso di vecchie pellicole, radiografie, vetri affumicati o occhiali da sole; opportuno l’acquisto di filtri e occhiali appositi o, in alternativa, occhiali da saldatore con indice di protezione almeno pari a 14.

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Astronomy Picture of the Day

The Lunar X

IC 4628: The Prawn Nebula

Whirlpool with Comets

NGC 4696: Filaments around a Black Hole

Aurora over Jupiter's South Pole from Juno

Altre foto
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: