//
you're reading...
news

Greeting from the Pioneers

Placca del Pioneer

Lanciata il 3 marzo 1972, il Pioneer 10 fu la prima sonda spaziale ad attraversare la fascia principale degli asteroidi del sistema solare, la prima ad effettuare osservazioni dirette di Giove e il primo oggetto creato dall’uomo a lasciare il Sistema solare il 13 giugno 1983, quando oltrepassò l’orbita di Nettuno, il pianeta più distante dal Sole.
Il Pioneer 11 fu la seconda missione spaziale, dopo il Pioneer 10, a raggiungere Giove e la prima ad esplorare Saturno e i suoi anelli, utilizzando la massa di Giove per avere una spinta gravitazionale verso Saturno.

Le comunicazioni con la sonda sono interrotte dal 30 Novembre 1995 a causa della grande distanza della sonda dalla Terra e dell’energia sempre minore prodotta dal sistema di alimentazione.

Su entrambe le sonde spaziali si decise di installare un messaggio destinato ad eventuali esseri extraterrestri: il messaggio è inciso su una placca detta Placca del Pioneer, costituita in alluminio anodizzato con oro.

Sul lato destro della placca sono rappresentati un uomo e una donna di fronte alla navicella. Tra i segni che indicano l’altezza della donna, si può vedere la rappresentazione binaria del numero 8 (1000 con un piccolo difetto nel primo zero). In unità di lunghezza d’onda della transizione iperperfetta dell’idrogeno questo significa 8 ×21 cm = 168 cm.

La mano destra dell’uomo è alzata in un gesto di pace. Seppure questo gesto non venisse compreso, esso offre un modo per mostrare il pollice opponibile e come possono essere mossi gli arti.

La zona radiale a sinistra della placca mostra 15 linee che si diramano da una stessa origine. Quattordici di queste linee hanno un corrispondente numero binario molto lungo, che rappresenta il periodo della pulsar, usando la frequenza di inversione dell’idrogeno come unità.

Poiché i periodi cambiano con il tempo, l’epoca del lancio può essere calcolata da questi valori. La lunghezza delle linee mostra le relative distanze fra le pulsar e il Sole. Una piccola incisione alla fine di ogni linea dà la coordinata Z sulla perpendicolare al piano galattico.

Se la placca viene trovata solo alcune delle pulsar possono essere visibili dal luogo della scoperta. Mostrare la posizione con 14 pulsar causa una ridondanza tale che la posizione dell’origine può essere triangolata anche se vengono riconosciute solo alcune delle pulsar.

La quindicesima linea sulla placca si estende verso la lontana destra, dietro le figure umane. Questa linea indica la relativa distanza del sole dal centro della galassia.

Alla base della placca c’è un diagramma schematico del sistema solare. Viene mostrata una piccola immagine della sonda e la traiettoria mostra la sua destinazione una volta superato Giove e al di fuori del sistema solare. Entrambe le Pioneer 10 e 11 hanno placche identiche, sebbene dopo il lancio la Pioneer 11 fu dirottata verso Saturno ed è uscita dal sistema solare proprio da lì.

Gli anelli di Saturno potrebbero dare un ulteriore suggerimento per identificare il sistema solare.

Gli anelli attorno ai pianeti Giove, Urano e Nettuno erano ignoti quando la placca fu disegnata e Plutone era considerato un pianeta quando fu disegnata la placca; nel 2006 l’IAU riclassificò Plutone come pianetino e in seguito nel 2008 come plutoide. Il numero binario vicino ai pianeti mostra le distanze relative dal sole. L’unità è 1/10 dell’orbita di Mercurio.

Dietro le figure degli esseri umani, è rappresentato il contorno della sonda Pioneer nella stessa scala così la taglia degli esseri umani può essere dedotta misurando la navicella.

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Astronomy Picture of the Day

The Extraordinary Spiral in LL Pegasi

The Lunar X

IC 4628: The Prawn Nebula

Whirlpool with Comets

NGC 4696: Filaments around a Black Hole

Altre foto
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: