//
you're reading...
news

25 marzo: torna l’ora legale

Nella notte del 25 marzo, alle ore 2:00, bisognerà regolare l’orologio un’ora avanti: si passerà di fatto dall’ora solare all’ora legale, che permarrà fino al 28 ottobre 2012.

L’ora solare è quella convenzione oraria mediante la quale, in diverse località geografiche all’interno di un fuso orario, l’ora è sostanzialmente determinata dalla posizione del sole.

L’idea di adottare un sistema orario al fine di conseguire un risparmio di energia risale al 1784, e si deve a Benjamin Franklin, l’inventore del parafulmine. Solo nel 1916, però, l’idea fu presa effettivamente in considerazione, anche in relazione alla crisi energetica  provocata dalla Prima Guerra Mondiale, e gli Inglesi per primi adottarono il British Summer Time, che implicava lo spostamento delle lancette un’ora in avanti durante l’estate.

L’Italia, come buona parte dei paesi europei, riconobbe subito il valore dell’iniziativa, e con il decreto legislativo n. 631 del 25 maggio 1916 adottò l’ora legale, che rimase in uso fino al1920.

Negli anni a seguire l’ora legale fu più volte abolita e ripristinata, fino al 1965, quando, in piena crisi energetica, venne adottata definitamente: l’ora legale durava quattro mesi, dalla fine di maggio alla fine di settembre.

Nel 1981 tale durata venne estesa a sei mesi, iniziando l’ultima domenica di marzo e terminando l’ultima di settembre. Un ulteriore prolungamento di un mese è stato introdotto nel 1996, insieme con il resto dell’Europa: l’inizio rimane fissato all’ultima domenica di marzo mentre la fine è spostata all’ultima domenica di ottobre.

Lo scopo principale dell’ora legale è quello di consentire un risparmio energetico, grazie sostanzialmente al minore utilizzo dell’illuminazione elettrica. Le ore di luce disponibili non vengono naturalmente aumentate, ma vengono meglio adattate alle abitudini di orario della società organizzata.

La società Terna prevede che nei prossimi sette mesi, grazie all’ora legale, si risparmieranno circa 630 milioni di kWh, ovvero, in termini di costo, circa 95 milioni di euro.

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Astronomy Picture of the Day

The Lunar X

IC 4628: The Prawn Nebula

Whirlpool with Comets

NGC 4696: Filaments around a Black Hole

Aurora over Jupiter's South Pole from Juno

Altre foto
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: