//
you're reading...
astroculture

“Gli americani camminano forse con la testa in giù?”

Astronomi, bestie! La terra non gira! Galilei cretino! Sveglia; asini: studiate la “Paneroni”! A voi! Ciao!

Il Sole è del diametro di circa 2 metri e non più di 12, e posso comprovarlo di certo! Ed il suo peso è di solo 14 chilogrammi, a causa del fuoco che arde in su. E’ di puro argento vivo inconsumabile del valore di 100 miliardi di lire, chiaro, splendente, senza una macchia, immacolato, vergine, sufficiente per liquefare le navi distanti 12 mila chilometri col termometro, ad una altezza di 1000 chilometri“.

Gli americani camminano forse con la testa in giù? E di notte noi come facciamo a stare in piedi? Vediamo forse qualcosa di capovolto? Perché i sottomarini incontrando le curve dell’acqua no sbucano fuori? Mettiamo forse i freni alle navi che vanno in discesa verso l’America del Sud e quando tornano le tiriamo forse su con le gru? Qui la scienza deve soccombere“.

Così  Giovanni Paneroni (1871 – 1950) diffondeva in tutta Italia le sue strampalate teorie astronomiche, ottenendo una fama straordinaria.

Ma chi era Paneroni?

Giovanni Paneroni (1871 – 1950)

” … Non mi chieda chi è, cioè chi era, perché un bresciano ha, e dovrebbe sentire, il dovere di saperlo. È quindi agli altri italiani che da questo momento mi rivolgo. Nei registri sindacali, che ho accuratamente frugato per ricostruirne la storia, Paneroni figurava come «muratore» o «manovale». E infatti girava (prima a Brescia, poi a Milano e, credo, in altre città) armato di una cazzuola, un secchio e una ruota per dare dimostrazione pratica e visiva della sua teoria, che non era roba da poco. Si trattava nientemeno che della concezione geocentrica dell’ Universo contro quella eliocentrica o copernicana. Secondo lui, la teoria di una Terra che girava intorno al Sole non stava, è il caso di dirlo, né in cielo né in terra, e per dimostrarlo Paneroni non spendeva tante parole: montava la ruota sul trespolo che io (da ragazzo suo aiutante e discepolo) gli porgevo, ci legava sopra il secchio pieno d’ acqua, e la faceva girare finché l’ acqua si rovesciava. «O bestie! – Paneroni apostrofava i passanti, perché i suoi esperimenti dimostrativi li faceva per strada -, vedete? Voi camminate coi piedi in su e la testa in giù, e non lo sapete?Vi sembra possibile, o bestie?». Il traffico si fermava, arrivavano i ghisa e cacciavano via Paneroni, che ricominciava venti metri più in là bloccando il traffico, finché lo portavano insieme al suo sottoscritto aiutante in questura. Nessuno sospettava che questo povero manovale semi-analfabeta restituiva alla Terra la dignità di centro dell’ Universo che Copernico e Galileo, col loro sistema, le avevano tolto, degradandola al rango di una povera scheggia persa nella periferia dell’ Infinito col suo Signore, l’ Uomo, ridotto a un puro incidente biologico destinato a incenerirsi con essa. Questo fu il mio Paneroni: il Restauratore e Vindice di Tolomeo e della Genesi…”

Indro Montanelli –  Corriere della Sera del 24.08.2000 pag.39

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Astronomy Picture of the Day

The Lunar X

IC 4628: The Prawn Nebula

Whirlpool with Comets

NGC 4696: Filaments around a Black Hole

Aurora over Jupiter's South Pole from Juno

Altre foto
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: